Il Territorio Archeologico di Fonni

Il territorio archeologico di fonni

Il territorio di Fonni è particolarmente ricco di vestigia archeologiche che attestano la sua occupazione sin dalla preistoria: l’abbondanza d’acqua e di pascoli estesi, infatti, ne hanno fatto un luogo ideale per il popolamento e la pratica delle attività agro-pastorali. Nonostante non sia rimasta traccia dei villaggi, la presenza dell’uomo sin dal Neolitico (circa 6000 anni fa) è testimoniata dalle numerose domus de janas (le “case delle fate”) e dai menhirs disseminati in tutto l’altopiano: tra le domus più famose, si ricordano quelle di Frumen’ de Vidda, a breve distanza dal paese, di Serra Oddorai e di Santu Micheli-Orrui. Ma è soprattutto l’età nuragica ad aver lasciato nel territorio il segno più importante e duraturo: sono noti infatti almeno una quarantina di nuraghi, diverse tombe di giganti (tra le quali si segnalano, per la loro maestosità, quelle di Madau e di Bidistili) e un complesso santuariale di importanza eccezionale: Gremanu, l’unico esempio noto sinora di acquedotto di età nuragica. Durante l’età romana a breve distanza dal paese sorgeva la mansio di Sorabile, una stazione per il cambio dei cavalli della strada interna che collegava Olbia a Cagliari passando per le Barbagie. Un’importante iscrizione rinvenuta nei pressi della mansio attesta inoltre la presenza di un luogo di culto dedicato alle due divinità agresti Diana e Silvano, protettori del Nemus Sorabense, il bosco sacro di Sorabile.

Un territorio incontaminato ricco di archeologia nuragica..

il nuraghe dronnoro

Il Nuraghe Dronnoro

Come arrivare: Uscire da Nuoro sulla SS 389 in direzione Lanusei-Arbatax fino al bivio per Fonni. Dopo circa 6 chilometri, svoltare a sinistra al bivio di Pratobello. Qualche chilometro più in là, sulla sinistra, imboccare una piccola strada sterrata che conduce al nuraghe. A breve distanza dal paese, dirimpetto alle cime del Gennargentu, svetta, in tutta la sua imponenza, il nuraghe Dronnoro.

le tombe dei giganti di madau

Le Tombe dei Giganti di Madau

Come arrivare: Uscire da Nuoro sulla SS 389 in direzione Lanusei-Arbatax fino al bivio per Fonni. Dopo circa 6 chilometri, svoltare a sinistra al bivio di Pratobello. Superata la frazione, proseguire sulla SP 2 per Lanusei sino al km 7,2. Le tombe si trovano sulla destra, a breve distanza dalla strada.

la tomba dei giganti di bidistili

La Tomba dei Giganti di Bidistili

Come arrivare: Uscire da Nuoro sulla SS 389 in direzione Lanusei-Arbatax fino al bivio per Fonni. Giunti al km 126 della strada statale, imboccare la strada sterrata sulla sinistra. Aprire il primo cancello sulla destra e proseguire lungo la strada sterrata. Il monumento è nella radura pianeggiante, in fondo alla strada, sulla destra.

Santu Micheli Orrui

Santu Micheli-Orrui

Come arrivare: Uscire da Fonni sulla SS 389dir in direzione di Gavoi. Una volta imboccato il bivio per Lodine, proseguire sulla sinistra lungo una strada asfaltata e delimitata da muretti a secco che si inerpica per il monte di Santu Micheli. Il sito è in cima, sulla destra.

gremanu

Gremanu

Come arrivare: Uscire da Nuoro sulla SS 389 in direzione Lanusei-Arbatax fino al bivio per Fonni. Dopo circa
6 chilometri, svoltare a sinistra al bivio di Pratobello. Superata la frazione, proseguire sulla SP 2 per Lanusei sino al km 9. Parcheggiare e proseguire per la strada sterrata sulla destra che conduce al santuario.

Vi proponiamo alcune immagini dei siti archeologici presenti nel territorio di Fonni